Archivi Categorie: Aforismi e citazioni

Festa della mamma

http://www.facebook.com/pages/Fiori-per-te/357618937592170


Annunci

Narcisi

I fiori… I fiori, sono le creature più dolci che Dio abbia mai fatto e alle quali si sia dimenticato di infondere un’anima.

H.W. Beecher

Nevica!

“Grazie per la neve che sta scendendo. Mi è sempre piaciuta, ma adesso mi sembra proprio puntuale. Tempestiva. Porta pulizia. Porta bianco. Costringe all’attenzione. Ai tempi lunghi. Lima rumori e colori. Lima le bave dei sensi. C’è n’è bisogno. Ancora per un pò”.
(L. Ligabue)

Vanità delle vanità

Vanità delle vanità, dice Qoèlet,
vanità delle vanità, tutto è vanità.
Quale utilità ricava l’uomo da tutto l’affanno
per cui fatica sotto il sole?
Una generazione va, una generazione viene
ma la terra resta sempre la stessa.
Il sole sorge e il sole tramonta,
si affretta verso il luogo da dove risorgerà.
Il vento soffia a mezzogiorno, poi gira a tramontana;
gira e rigira
e sopra i suoi giri il vento ritorna.
Tutti i fiumi vanno al mare,
eppure il mare non è mai pieno:
raggiunta la loro mèta,
i fiumi riprendono la loro marcia.
Tutte le cose sono in travaglio
e nessuno potrebbe spiegarne il motivo.
Non si sazia l’occhio di guardare
né mai l’orecchio è sazio di udire.
Ciò che è stato sarà
e ciò che si è fatto si rifarà;
non c’è niente di nuovo sotto il sole.
C’è forse qualcosa di cui si possa dire:
«Guarda, questa è una novità»?
Proprio questa è gia stata nei secoli
che ci hanno preceduto.
Non resta più ricordo degli antichi,
ma neppure di coloro che saranno
si conserverà memoria
presso coloro che verranno in seguito.

(Parole di Qoèlet, figlio di Davide, re di Gerusalemme.)

Chi vuol vivere e star bene, prenda il mondo come viene.

 

 

 

sul vino

Vino pazzo che suole spingere anche l’uomo molto saggio a intonare una canzone,
e a ridere di gusto, e lo manda su a danzare,
e lascia sfuggire qualche parola che era meglio tacere.

Omero

 

Voglio un autunno rosso come l’amore, giallo come il sole ancora caldo nel cielo, arancione come i tramonti accesi al finire del giorno, porpora come i granelli d’uva da sgranocchiare. Voglio un autunno da scoprire, vivere, assaggiare.

Ogni giorno…

Ogni giorno è un giorno in più per amare, un giorno in più per sognare, un giorno in più per vivere.

 San Pio da Pietrelcina

 

Sii amante e praticante della semplicità e dell’umiltà, non curarti dei giudizi del mondo, perché se questo mondo non avesse qualcosa da dire contro di te, non saresti veramente servo di Dio.

L’umiltà e la carità vanno di pari passo. L’una glorifica mentre l’altra santifica. L’umiltà e la purezza dei costumi sono ali che elevano fino a Dio e quasi divinizzano. Perciò sii sempre e in tutto umile, serbando sempre gelosamente la purezza del tuo corpo e del tuo cuore.

San Pio da Pietrelcina

 

Ragazzi a scuola

Pensa, la mattina quando esci, che in quello stesso momento, nella tua stessa città, migliaia di ragazzi vanno in un’aula a studiare…
Pensa a quanti, più o meno alla tua stessa ora, A vanno a scuola, in tutti i paesi: vanno per i vicoli dei dei villaggi quieti, per le strade delle città rumorose, lungo le rive dei mari e dei laghi, sotto il sole ardente, tra le nebbie, in barca lungo i canali… chi a cavallo per le grandi pianure, chi sulla slitta tra le nevi, per valli e per colline, tra boschi e torrenti… tutti per imparare, per scoprire, per capire il mondo che li circonda, per conoscersi ed aiutare il cammino della società.

Racconto di Edmondo De Amicis

Sul tempo

Tutti perdono il fiore della gioventù.
Un fucile, una sella o una persona, tutti sono migliori quando sono usati e hanno perso la lucentezza del nuovo, acquistando il valore del tempo.

(Ernest Hemingway)

 

L’impossibile

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.

San Francesco d’Assisi

Sulla vita

Quale utilità ricava l’uomo da tutto l’affanno per cui fatica sotto il sole? Una generazione va, una generazione viene ma la terra resta sempre la stessa. Il sole sorge e il sole tramonta, si affretta verso il luogo da dove risorgerà. Il vento soffia a mezzogiorno, poi gira a tramontana; gira e rigira e sopra i suoi giri il vento ritorna. Tutti i fiumi vanno al mare, eppure il mare non è mai pieno: raggiunta la loro mèta, i fiumi riprendono la loro marcia.

dal libro “Qoelet”

 

il coraggio

Non esistono i coraggiosi, solo persone che accettano di andare a braccetto con la loro paura.

              Luis Sepúlveda
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: