IL PETAURO

petauro-del-azucar04

 
 
Il petauro è il primo marsupiale a livello mondiale accettato come un animale domestico.

Possibili problematiche

Tutti gli animali domestici hanno dei pro e dei contro, e il Petauro non fa eccezione.
È un animale molto sociale che deve avere la compagnia dei suoi simili o un proprietario con molto tempo a disposizione per stargli vicino.
Se rimane per lunghi periodi senza compagnia ne soffrirà molto, è soggetto alla solitudine e alla depressione.
Come tutti gli animali domestici, il Petauro ha le sue necessità di alimentazione. Prima di intraprendere questa nuova avventura bisogna essere consapevoli delle responsabilità e dell’impegno a cui si va incontro.

Nelle sezioni seguenti troveremo tutte le informazioni di cui avete bisogno per mantenere un Petauro in perfetta salute.

Profilo

Il termine “Petauro” è il più popolare dei tre nomi comunemente usati per una delle quattro specie dei piccoli animali noti come possums minore. Gli altri due nomi sono "Petauro del miele" e "lo scoiattolo volatore" ma questo termine è totalmente incorretto perché lo scoiattolo è un roditore, mentre il Petauro dello zucchero non lo è.

Il nome scientifico del Petauro dello zucchero è petaurus breviceps. In latino petaurus significa acrobata, nome molto adatto a questo mammifero. È natio dell’ Australia nordorientale, Nuova Guinea, l’arcipelago di bismark, e delle isole all’interno di questa serie geografica.
L’altra specie di Petauro minore è il P. norfolcensis, scoiattolo volante d’Australia; poi abbiamo P.Abidi, Petauro di papuan della Nuova Guinea; e il P.australis, Petauro lanuginoso dell’ Australia. Questi sono specie presenti solo in Australia, perché lo stato ne proibì l’esportazione nel 1959.

Il nome Petauro è un nome popolare senza status scientifico. Negli altri paesi è conosciuto in altri modi, in america è chiamato “SUGAR GLIDER” che tradotto letteralmente vuol dire “aliante dello zucchero”. Appartiene ad un gruppo chiamato “possums minore che scivola” (lesser gliding possums).

Marsupiali Mammiferi insoliti

Il Petauro è un mammifero insolito perché, a differenza di tutti gli altri animali domestici che conosciamo, è il primo marsupiale che ha raggiunto la popolarità come animaIe domestico.
Dei 4,500 mammiferi sulla terra solo 280 di loro sono marsupiali. Questi sono diversi dagli altri mammiferi in numerosi modi, ma è il loro sistema riproduttivo che li distingue radicalmente dagli altri mammiferi. Mentre la maggior parte dei mammiferi sviluppano i loro embrioni a uno stato di prole avanzato all’interno di una placenta prima di dare loro la nascita, il sistema dei marsupiali è a due stadi. Prima l’embrione si sviluppa in un periodo molto breve in una placenta incompleta. Quindi scende giù per l’apertura vaginale mediana (canale di nascita) al mondo esterno. Arriva qui, senza aiuto, verso l’addome, dove rimane attaccato ad un capezzolo interno al marsupio attraverso il quale si nutre.
Nella maggior parte di marsupiali, incluso il Petauro dello zucchero, la femmina ha una borsa addominale in cui i capezzoli sono situati. Questa ha una piccola apertura dove i neonati strisciano mentre cercano un capezzolo. Mentre i neonati crescono, la borsa rimane la loro casa fino a quando non diventano abbastanza grandi per vivere indipendenti. Nell’ordine dei Marsupiali questa borsa è chiamata “marsupio”.

Molti esemplari sono distribuiti nel Nord e nel Sud America, ma la maggior parte delle specie è nativa della Nuova Guinea, Australia e isole limitrofe. Si pensa che i marsupiali fossero originari del Nord America per poi migrare nel Sud America, quindi per via artica finire in Australia prima che il continente si staccasse dal Sud America e dall’Antartide. Senza mammiferi principali con cui competere (quelli con placenta completamente sviluppata) essi erano in grado di proliferare liberamente. Questo è la ragione per cui l’Australia ha varie forme di marsupiali. Ad esempio canguri, piccoli canguri, il koala, i wombats, i topi, gli opossum, i bandicoots, il quolIs (gatti marsupiali) e altre ancora.
In Australia abbiamo la prova che i mammiferi marsupiali possono competere con successo il confronto con il resto dei mammiferi quando condividono la stessa nicchia ecologica. Questo suggerisce che i marsupiali hanno un vantaggio nella strategia riproduttiva rispetto alle altre specie dei mammiferi, che sono sempre stati considerati superiori ai loro cugini marsupiali come sopravvivenza, riproduzione della specie ed intelletto.
Sommando tutti i fattori, notiamo che i marsupiali sono stati giudicati ingiustamente negli anni passati. Sono poco presenti nel mondo perché non hanno avuto opportunità per estendersi a causa del loro habitat naturale (Australia) essendo una grande isola, è un fattore molto importante che limita le possibilità di evoluzione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: