.

  I Figli

 

E una donna che portava un bimbo al petto, disse: "Parlaci dei Figli."
Ed egli disse:
I vostri figli non sono vostri.
Sono figli e figlie della brama che la Vita ha di se stessa.
Essi vengono per mezzo di voi, ma non da voi, e benché essi stiano con voi,
non vi appartengono.
Voi potete donar loro il vostro amore, ma non i vostri pensieri, perché anch’essi
pensano.
Voi potete ospitare i loro corpi, ma non le loro anime, poiché le loro anime dimorano
nella casa del domani, che voi non potete vedere neppure in sogno.
Voi potete sforzarvi di essere simili a loro, ma non cercate di rendere loro simili
a voi, perché la Vita non torna indietro, né rimane ancorata al passato.
Voi siete gli archi dai quali i vostri figli vengono lanciati nella vita come
frecce viventi.
L’arciere vede il bersaglio lungo la strada verso l’infinito, tende il suo arco
con tutte le sue capacità affinché la sua freccia vi giunga dritta e veloce.
Affidatevi con gioia nelle mani del vostro arciere, poiché, come ama scagliare la sua
freccia, allo stesso modo ricerca la stabilità del suo arco.

 

(da: «Il Profeta»)

(Kalihl Gibran)

 

12

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: